• A soli 5 euro abbonati per 1 anno a Caboto per scaricare ogni mercoledì il PDF con tanti annunci di lavoro dall'Estero

Come trovare lavoro all’estero

Scritto da Redazione on . Postato in Guide

viaggiatore

Se ti trovi all’estero o sei intenzionato a trasferirti, ti starai sicuramente guardando intorno per capire come entrare nel mondo dei professionisti. Trovare lavoro richiede molto impegno e determinazione e, per evitare di perdere tempo, è bene affidarsi ai consigli di chi ci è già passato. Eccone alcuni che ti aiuteranno nei primi passi verso una carriera internazionale!

Crea un CV professionale
Il CV in inglese è abbastanza diverso da quello italiano. Il primo passo da fare è abbandonare i modelli standard e crearne uno personalizzato. Deve essere focalizzato sull’area professionale d’interesse e organizzato in modo tale da esaltare il proprio bagaglio di competenze acquisite e risultati raggiunti nei lavori precedenti. Crea un’email che identifichi chiaramente il tuo nome e cognome e leggila costantemente, sarà il tuo contatto principale con le aziende. Infine, ricorda di adattare il CV in base alle offerte di lavoro e rendilo tale da catturare l’attenzione. Ci sono appositi corsi di inglese intensivo che possono aiutarti in tutti questi aspetti e prepararti per affrontare al meglio il colloquio.

Referenze e reputazione in rete
Hai provato a digitare il tuo nome su un motore di ricerca e controllato i risultati? Un datore di lavoro lo farà sicuramente, quindi sarà bene essere pronti a discutere su ciò che è visibile nella tua vita online. La reputazione è importante e in fase di colloquio bisogna essere pronti a rispondere a domande sulla propria vita “personale” esposta su internet. Inoltre, preparati a fornire delle referenze, riallaccia i rapporti con gli ex datori di lavoro o professori che dovranno garantire sulla tua professionalità. Le aziende estere richiedono spesso le conferme per ogni esperienza rilevante menzionata nel CV!

Come approcciare alle aziende
Mai come oggi, specialmente all’estero, il social networking è così importante per avvicinarsi alle aziende. Seguile sui social networks, commenta i post e fai in modo che il tuo nome sia notato da chi scrive dall’ufficio. Non esiste miglior modo di dimostrare di essere interessati che… dimostrarlo! Cerca nel sito aziendale la sezione career e se non trovi alcuna posizione aperta invia comunque il CV, è pur sempre un inizio. Non demoralizzarti mai e sii proattivo, iscriviti ai siti di job offers, leggi attentamente le richieste delle aziende e adatta il CV e la lettera di presentazione all’offerta. Devi centrare in pieno la figura che i datori hanno in mente di assumere.

Lettera di presentazione
Come scrivere una lettera di presentazione? Non vi è un modello standard da seguire, i corsi di Business English all’estero si dedicano a questi aspetti dell’approccio alla vita aziendale. Viene spiegato quanto la cover letter sia di estrema importanza, da non sottovalutarla in quanto tutto il processo di selezione inizia proprio da questo breve testo. La cover letter va riadattata a ogni singola offerta, devi usare tutta la tua creatività e le parole che l’azienda ha inserito nella descrizione del candidato ideale. Non perdere tempo con annunci di lavoro che non t’interessano, non diventare una robot che invia cover letters e CV standard, scegli due o tre annunci al giorno e dedicati solo a quelli. Cercare lavoro è un impiego a tempo pieno!

Chi ti contatterà
Se hai seguito tutti i consigli dovresti essere pronto all’invio del tuo CV e della cover letter. Chi riceverà il materiale sarà un’agenzia di recruitment o direttamente le human resources dell’azienda. Nel primo caso la tua cover letter avrà probabilmente superato un sistema automatizzato che controlla la quantità di competenze-chiave possedute e utilizzate nel testo. Se il recruiter ti chiama, sii pronto a convincerlo che vuoi fare quello e solo quello nella vita. Se sarai credibile e sicuro di te, il tuo contatto verrà passato alle human resources dell’azienda. Se i tuoi documenti convincono anche loro, riceverai una telefonata o una mail per fissare la data del colloquio!

Colloquio
La interview è sempre un momento emozionante, di solito si entra in questi palazzoni con reception e i minuti di attesa sono quelli in cui si fantastica sul futuro. Arriva al colloquio preparato su tutti gli aspetti dell’azienda, informati su internet e dimostra che, per te, loro non sono un’azienda qualunque ma il tuo futuro! Sii rilassato, chiedi un bicchiere d’acqua, pensa al colloquio come se fosse una chiacchierata tra esperti della materia. Fai domande, informati sui processi, chiedi chiarificazioni su qualche progetto intrapreso dall’azienda e sui risultati ottenuti, dimostra di esserti preparato per quel colloquio perché davvero credi in loro. Stupiscili!

Datti tempo
La ricerca di lavoro richiede parecchio tempo, devi mettere in conto anche questo quando decidi di trasferirti all’estero. Devi capire il sistema del Paese in cui sei arrivato, come funzionano le aziende, la cultura delle persone. Cerca di impegnarti con lavoretti o frequenta un corsi di inglese all’estero che sicuramente aiuta a consolidare la lingua e a prepararti in tutti questi aspetti. Sii determinato, segui le tue ambizioni.

Tags: ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia il tuo commento