• A soli 5 euro abbonati per 1 anno a Caboto per scaricare ogni mercoledì il PDF con tanti annunci di lavoro dall'Estero

Dove si lavora meno e si guadagna di più?

Scritto da Redazione on . Postato in Varie

operaio-latte

29 ore settimanali di lavoro e uno stipendio medio annuo di 35mila euro. Il paradiso dei lavoratori, stando ai dati Ocse, si trova in un piccolo paese pianeggiante strappato alle acque del Mare del Nord e stretto tra Belgio e Germania. Benvenuti in Olanda, dove l’equilibrio lavoro-vita privata è un dogma, tanto che l’86% dei dipendenti lavora in media 34 ore la settimana e il part-time è la normalità. Anche per gli uomini.

Qualche settimana fa l’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) ha reso nota la classifica dei paesi più “amici” dei lavoratori, stilata in base alle ore di lavoro settimanali e alla retribuzione annua. Tralasciando il decimo posto dell’Italia, che a ben vedere non corrisponde alla realtà in quanto si basa solo sul lavoro dipendente e dunque regolato dai contratti nazionali, si rileva che il “podio” delle nazioni più amiche dei lavoratori è tutto nordico.

lavorameno

Al secondo posto – con 33 ore lavorate per uno stipendio medio annuo di 35mila euro troviamo la Danimarca, mentre al terzo la Norvegia con le sue 33 ore settimanali per 30mila euro annui in busta paga (oltre a 21 giorni di ferie pagate all’anno e 43 settimane di congedo parentale). Appena giù dal podio ci sono l’Irlanda e la Germania a pari merito (35 ore di lavoro per rispettivamente 39 e 30mila euro). Seguono Svizzera, Svezia, Australia, Belgio e infine l’Italia con un reddito annuo di 25.500 euro per 36 ore di lavoro settimanale e 4 settimane di ferie retribuite.

Tags: , , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia il tuo commento