• A soli 5 euro abbonati per 1 anno a Caboto per scaricare ogni mercoledì il PDF con tanti annunci di lavoro dall'Estero

Lavoro all’estero: ristorante italiano negli USA… perché no!

Scritto da Redazione on . Postato in Guide

cuochi

Negli Stati Uniti, esattamente come accade in Canada, per trovare un posto di lavoro il passaparola non si rivela strategico come altrove.
Canale privilegiato di diffusione di annunci di lavoro all’estero si rivelano piuttosto, in questo caso, i quotidiani, i periodici specializzati ed i siti internet, autentico e più diffuso motore delle assunzioni.
Il New York Times e il Washington Post, per esempio, nell’edizione del sabato – sia in quella cartacea che in quella online – presentano sempre una lunga lista di offerte.
Se per prestare la propria attività lavorativa negli Stati Uniti è necessario un visto lavorativo, in Canada, invece, esiste la possibilità di richiedere il Working Holiday VISA, la condizione è quella di avere meno di 35 anni.
Le candidature si aprono ogni anno, in genere a gennaio, ma bisogna tenere in conto che il numero di visti rilasciati è davvero molto limitato. In ogni caso Canada e Messico si rivelano di fatto due luoghi strategici nei quali, per chi amasse dedicarsi alla ristorazione ed è alla ricerca di un ottimo lavoro all’estero, aprire un ristorante rappresenta una possibilità davvero allettante.

Cucina italiana: l’indice di gradimento che assicura il successo
Dati alla mano, è stato dimostrato che la cucina italiana in questi luoghi gode di un indice di gradimento davvero elevato.
Ne consegue che la ristorazione italiana qui rappresenta un’ottima opportunità di lavoro all’estero.
A ben vedere i nostri connazionali che sono immigrati all’estero, ed in particolare in Nord America, hanno trovato fortuna proprio investendo nel business della ristorazione.
Si stima che una famiglia americana media vada a mangiare al ristorante circa tre volte a settimana e, sempre stando alle statistiche, la cucina più apprezzata sarebbe proprio quella italiana.
Nel Nord America aprire un ristorante è relativamente facile, per inciso, facile non significa senza complicazione alcuna, visto che la burocrazia presuppone in ogni caso tutta una serie di incombenze che si è chiamati ad assolvere.

Richiesta di collaboratori nel settore della ristorazione
Oltre all’alto indice di gradimento per la cucina italiana, fattore questo che concorre a favorire la possibilità di trovare lavoro all’estero per noi connazionali, esiste un altro aspetto che ottimizza la possibilità di reperire lavoro all’estero e, nello specifico, nel Nord America: l’alta densità di popolazione in questi luoghi ampiamente frequentati anche dai turisti che decidono di visitare le meraviglie ivi presenti.
Questo aspetto comporta un considerevole aumento anche della richiesta di collaboratori da parte dei locali ubicati in zone molto frequentate e che hanno conquistato una discreta clientela.
Nel sito workin.eu è, ad esempio, possibile trovare molti annunci di lavoro anche in questo settore.
Dunque, per tutti coloro che non intendano aprire un nuovo locale, esiste questa valida opportunità, da non perdere, che non comporta spese aggiuntive, se proprio non si è portati per il lavoro in proprio.
Certo, si tratta di un lavoro che richiede molta efficienza e rapidità, soprattutto durante il fine settimana, quando il ristorante è più affollato, ma per chi è predisposto per questo lavoro non si tratta di reali difficoltà.

Se il lavoro all’estero rappresenta la vostra più ambiziosa passione e nulla si frappone alla soddisfazione dei vostri sogni, non vi resta che darvi a questa nuova avventura lavorativa oltreoceano.

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia il tuo commento