• A soli 5 euro abbonati per 1 anno a Caboto per scaricare ogni mercoledì il PDF con tanti annunci di lavoro dall'Estero

L’Esercito Australiano ricerca personale straniero

Scritto da Redazione on . Postato in Oceania

esercito-australia

Far valere il proprio servizio prestato nelle forze armate per costruirsi un futuro in Australia: è possibile grazie all’Oversear Lateral Transfer Scheme (OLTS), il programma di recruitment di personale straniero messo in atto dal Dipartimento della Difesa di Canberra per colmare i vuoti di organico che il mercato del lavoro locale non riesce a soddisfare.

Le forze armate australiane impiegano in tutto circa 100mila persone, tra personale stabile e, riserve e collaboratori temporanei. Ma ne servono evidentemente molte di più, se appunto il Dicastero della Difesa si affida a militari ed ex militari di altri paesi per integrarli permanentemente nelle proprie strutture. Ed ecco che il programma mira appunto a selezionare militari ed ex militari con qualifiche specifiche che possano essere direttamente trasferibili in seno ai diversi corpi senza particolare formazione o addestramento. In cambio offre una strada aperta verso la cittadinanza australiana.
I termini per candidarsi sono già scaduti nel corso della primavera, ma è possibile inviare la propria “dichiarazione d’interesse” per le selezioni del prossimo anno e comunque tenere d’occhio periodicamente il sito della Difesa.

Specialisti per mare, cielo e terra
Il programma OLTS si rivolge a persone sotto i 50 anni di età che si trovano attualmente in servizio in altre forze armate o lo hanno concluso da non più di tre anni, hanno un buon livello di inglese (certificato da un esame IELTS) e possiedono una professionalità tra quelle ricercate. Non occorre avere un visto di residenza permanente per candidarsi: saranno le stesse Forze Armate a sponsorizzare i candidati più interessanti, così da permettere loro di richiedere ed ottenere un visto di residenza permanente in Australia. Non solo: entro tre mesi dalla presa di servizio i candidati e le loro famiglie dovranno presentare domanda di cittadinanza australiana.
Gli elenchi delle professionalità ricercate sia tra i soldati che tra gli ufficiali sono consultabili sul sito del Dipartimento della Difesa, raggiungibile anche digitando “OLTS” nel motore di ricerca del sito di Defense Jobs.
Per quanto riguarda i soldati, oltre alle specializzazioni più tipicamente militari, sono ricercati esperti di logistica, meccanici aeronautici, conduttori di mezzi pesanti, tecnici delle telecomunicazioni, idraulici, elettricisti, meccanici di veicoli, addirittura cappellani. Tra gli ufficiali verranno inseriti anche dentisti, medici, infermieri, esperti di catering, ingegneri di tutte le discipline e numerose altre professionalità.
Esperienza nelle forze armate e conoscenza dell’inglese (con un voto di almeno 5 punti in ogni sezione di cui si compone l’esame IELTS) sono dunque i requisiti fondamentali per candidarsi ad una posizione nelle fila di esercito, marina e aeronautica australiane. Tutti i certificati di qualifica professionale presentati in sede di application dovranno essere accompagnate da una valutazione di equivalenza dei titoli, effettuata attraverso l’ufficio nazionale di Skills Overseas Recognition (AEI-NOOSR). A valere infine, com’è ovvio, sono anche i requisiti fisici e di salute, oltre all’assenza (certificata) di carichi civili e penali.

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia il tuo commento