• A soli 5 euro abbonati per 1 anno a Caboto per scaricare ogni mercoledì il PDF con tanti annunci di lavoro dall'Estero

Come lavorare nelle farm australiane

Scritto da Redazione on . Postato in Guide, Vita da expat

C’è chi lo sceglie per il semplice scopo di ottenere il rinnovo del visto vacanza-lavoro e restare in Australia un altro anno; c’è invece chi lo sceglie per “vocazione” e preferisce il silenzio delle praterie al rumore della movida metropolitana. Che apparteniate a questo o a quel gruppo, un periodo di lavoro in una farm australiana non potrà che regalarvi un’esperienza di vita unica.

Quanto si può guadagnare?
La paga oraria minima si aggira sui 18-19 dollari (australiani), meno di quella che si guadagnerebbe svolgendo un lavoro di commesso o di cameriere in una città. In ogni caso stiamo parlando, in un mese (se il lavoro è a tempo pieno) di qualcosa come 2800 dollari, quindi circa 2000 euro. Va considerato poi che le occasioni di spesa sono veramente poche in mezzo alle praterie.

Quali farm
Le fattorie che danno più garanzie di offrire giuste condizioni di lavoro sono quelle in cui lavorano sia backpackers (viaggiatori low cost, che appunto lavorano per pagarsi il viaggio) che locali. Qui i rischi di sfruttamento e di lavoro sottopagato sono in genere più limitati.
In certe fattorie viene fornito anche l’alloggio, ad un piccolo costo oppure gratuitamente.

Ostelli sì o no?
Numerosi ostelli, grazie ai rapporti con i farmer, offrono anche un servizio di ricerca del lavoro in fattoria e si occupano del trasporto quotidiano da e verso i luoghi di lavoro. Meglio però valutare bene la bilancia costi/spese perché spesso il costo di alloggio + ricerca del lavoro può risultare eccessivo se rapportato al guadagno finale. Il rischio insomma è quello di lavorare per pagare l’ostello e gli altri servizi, rimanendo con pochi soldi in tasca dopo tre o quattro mesi di duro lavoro.
Chi ha fatto questa esperienza consiglia addirittura di acquistare – magari dividendo la spesa con un amico – un mezzo di trasporto usato (van o station wagon, prezzi dai 2 ai 4mila dollari) e di pensare da sé agli spostamenti e alla sistemazione per la notte.

Dove cercare lavoro?
Tutto il mondo è paese. Anche in Australia non bisogna aspettarsi che tutti i farmer utilizzino quotidianamente Internet per cercare manodopera. Uno strumento preziosissimo per informarsi sulla stagionalità dei prodotti agricoli e per cercare fattorie in cui lavorare è la National Harvest Guide, scaricabile gratuitamente sul sito governativo.

Perché la farm
Perché permette di lavorare anche prima di avere raggiunto un livello eccellente di inglese, perché è una straordinaria esperienza di vita in un contesto davvero insolito, perché permette di guadagnare una cifra sufficiente per proseguire il proprio anno in Australia.

E c’è anche il wwoofing
Il wwofing è un’esperienza di lavoro volontario (dunque non pagato) in aziende agricole biologiche. In cambio di vitto e alloggio, i partecipanti prestano un po’ del tempo per lavorare in azienda.
Il sito per informarsi è all’indirizzo www.wwoof.com.au.

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia il tuo commento